b8b5d0bcca2d423088149f9ee6395cbc.jpg
8ae0657bca713eddcffd08ff1e898886.jpg
città
Super User

Super User

Yakhdan

Published in: conoscere iran
on 21/09/2016

Alcune città desertiche come Kerman mettono al sicuro dei resti di yakhdan (ghiacciaia) che sono in un mattone cotto. Sono ovali e sepolte a metà. Accanto ad ogni ghiacciaia, ci sono grandi pareti per ombreggiare i canali poco profondi che si trovano ai loro piedi. I giorni dove la temperatura scendeva al sotto lo zero, si metteva l'acqua nei canali e quando era congelata sotto l'effetto del freddo si trasferiva i blocchi di ghiaccio nella ghiacciaia per conservarli durante l'estate. A volte anche, si premeva la neve per fare il ghiaccio.

Badgir

Published in: conoscere iran
on 21/09/2016

Gli iraniani utilizzavano al meglio i doni della natura. Il calore torrido nelle città desertiche dell'Iran ha causato la comparsa dei badgir (torri del vento), i precedessori dei condizionatori. Sono costruiti sui tetti e bucati da una serie di aperture nella parte superiore. I torri del vento sono un sistema di ventilazione estremamente efficace. Sono destinati a raccogliere e fare circolare il più piccolo soffio d'aria nelle abitazioni. Il vento penetra nel giro messo a volte sopra un catino d'acqua, che rinfresca così l'aria. Gli iraniani hanno inventato dei frigoriferi per bere ghiacciato tutta l'estate, grazie alle riserve di neve o di ghiaccio che si immagazzinava d'inverno nei sotterranei.

 

hotels

Published in: hotel
on 12/09/2016

L'Iran offre una vasta scelta di opzioni per l'alloggio,da 5 stelle per gli alberghi di lusso, forniti di ogni confort moderno, fino a una stella per gli alberghi più modesti. Oltre a questi alberghi è possibile pernottare nei caratteristici boutique hotel in alcune città(case tradizionali trsformati in albergo) e nei caravanserragli ristrutturati disposti nel deserto dove si potrà trascorrere una notte indimenticabile sotto la sola luce delle stelle e rivivere le sensazioni degli antichi carovanieri. Naturalmente i prezzi variano secondo la categoria alberghiera prescelta e la stagione. Pertanto ogni turista potrà, in base al proprio budget, scegliere tranquillamente il luogo dove alloggiare.

Passaporto e visto

Published in: info-utiliti
on 06/09/2016

La domanda del visto deve essere presentata all’ambasciata o all’consolato iraniano a Roma o a Milano o anche direttamente all’aeroporto internazionale di alcune città comeTehran o Shiraz nel vostro arrivo nel paese.Per ottenere un visto più rapidamente in Italia, è preferibile rivolgersi ad un'agenzia iraniana. Se per un viaggio organizzato vi appoggerete ad un’agenzia a noi collegata, ci incaricheremo direttamente di effettuare la vostra domanda per il visto. Vi occorrerà presentare il vostro passaporto all'ambasciata, dopo aver ricevuto il numero di riferimento da parte nostra, potete ritirare il passaporto con il vostro visto. È necessario far pervenire il proprio passaporto almeno un mese prima della partenza. Il passaporto deve avere una validità di almeno sei mesi a far data dal conseguimento del visto. Il visto per il turismo dà diritto ad un soggiorno da uno a tre mesi in Iran. È possibile prolungare il visto sul posto rivolgendosi all'ufficio dei visti nelle capoluoghi delle regioni.

per ritiro del visto all’arrivo in uno degli aeroporti internazionali  dell’Iran (con contestuale pagamento di € 75,00 per persona) servono:

-Passaporto e fotocopia del passaporto

-Numero di riferimento (ricevuto da parte nostra)

-Biglietto di ritorno e fotocopia del biglietto di ritorno

- 2 foto tessera (anche se avvolte non lo chiedono ma è prudente averla)

-Assicurazione sanitaria per viaggio in Iran

Abbigliamento

Published in: info-utiliti
on 03/09/2016

Al di fuori della loro abitazione, il vestito adeguato per le donne è una sciarpa, una camicia lunga ed ampia ed un pantalone con fondi o calzini opachi. Le gonne e gli abiti (lunghi almeno fino a metà-polpaccio) sono molto pratici. È necessario tenere i capelli ed il collo coperti da una sciarpa. È obbligatorio portare uno chador per la visita dei santuari. È sempre possibile affittarne all'entrata. Scegliete abiti ampi e non trasparenti.

 Le regole del vestirsi per gli uomini sono più semplici: i pantaloncini sono vietati e le spalle devono essere coperte ma possono portare una camicia o una T-shirt a manica corta. La crevatta ed i capelli lunghi sono autorizzati.i sandali sia per gli uomini che donne senza calze sono amessi. Per più informazione sull'abbigliamento, vedere modi di vita.

Pagina 1 di 19