b8b5d0bcca2d423088149f9ee6395cbc.jpg
8ae0657bca713eddcffd08ff1e898886.jpg
città

Fondata dai sovrani sassanidi nel 3° secolo d.C., Qazvin prosperò sotto il regno dei Selgiuchidi (1039-1128), che vi costruirono molte costruzioni fastose. Ben più tardi, conobbe un nuovo sviluppo quando il re safavide Tahmasb І (1524-1576), vi trasferì la sua capitale, Tabriz, la capitale precedente, era troppo vicina all'impero ottomano.I Safavidi (1501-1722) vi rimasero fino al regno di Shah Abbas І che si installò ad Isfahan nel 1598. Infatti, i monumenti eretti a Qazvin furono che una prova prima della fondazione di Isfahan.

Nonostante i terremoti di cui è stata vittima molte volte, Qazvin conserva ancora molti edifici vecchi che meritano una visita. Considerata per le sue uve senza seme ed i suoi pistacchi, la città di Qazvin è oggi una città industriale. Precedentemente, essendo una delle tappe della Via della seta, Qazvin è sempre stata un importante centro di transito. Qazvin è una buona tappa per visitare, dopo Teheran, le città del nord, del nord-ovest e dell'ovest del paese.

Le località di Qazvin:

la moschea del venerdì                                                   le località secondarie:

Il Bazar                                                                          i castelli degli Assassini (70 km)

Il mausoleo di Shazdeh Hossein                                          Cehel Sotun (museo di Qazvin)

La porta di Darb-e Kushk                                                     la moschea di Nabi

Gli hammam

La porta di Teheran                                                           La Madresseh di Heydarieh